print article Stampa l'articolo

Impara a gestire le emozioni con la "tecnica dello specchio"

di Eugenio Guarino

(se hai fretta clicca qui)

Imparare a gestire le tue emozioni e i tuoi comportamenti richiede tempo, molta pratica e ripetizione.
 
Quando ti senti ansioso, sconvolto, depresso, arrabbiato o ti comporti in un modo indesiderato, ad esempio rinvii qualcosa che dovresti fare, mangi più del dovuto, stai smettendo di fumare ma non resisti alla voglia dell'ultima sigaretta, osserva quali sono i pensieri i sentimenti che affollano la tua mente e il tuo animo e scrivili su un foglio. Prova a rileggerli e a ribaltare questi pensieri come se fossero riflessi in uno specchio che trasforma tutto ciò che c'è di negativo in un'immagine positiva e motivante. Prova a pensare ad una alternativa realistica ai comportamenti che vorresti abbandonare. Trasforma i pensieri deteriori in domande che ti spingono ad una azione positiva.
 
Come? Ecco alcuni esempi.
 
Prendi un foglio e dividilo a metà. Sulla metà di destra disegna la cornice dello specchio "magico".
Quando provi un'emozione negativa scrivila nella sezione di sinistra del foglio. Sotto nella stessa sezione scrivi quello che ti suggerisce il tuo dialogo interno. Adesso prova a cambiare prospettiva, ribalta il senso del tuo dialogo interno e mettilo in forma positiva. Poi scrivi "Cosa posso fare per..." e sotto elenca tutte le azioni che puoi mettere in atto per ribaltare la situazione. 
 
Sei ansioso, preoccupato per qualcosa: Prendi il foglio e scrivi "ansia". E sotto: perché capitano tutte a me? Sono proprio sfortunato. Il pensiero riflesso sarà: "è una cosa brutta ma ci potrebbero essere cose peggiori", "Cosa posso fare per evitare che mi capitino queste cose?", "Cosa posso fare per aiutare la "fortuna"?
 
Sei sconfortato: "fallirò anche questa volta". Pensiero riflesso "andrà tutto bene, ma anche se andasse male sarà sempre un'esperienza e non sarà la fine del mondo". "Cosa posso fare per evitare di sbagliare ancora?", "Cosa posso fare per trarre insegnamento da quello che mi è successo?"
 
Stai per abbandonare un progetto importante: "non riesco mai a ottenere niente". Pensiero riflesso:"ho mire alte, può essere difficile ottenere quello che voglio ma è importante per me e tenterò ancora, so che potrei farcela". "Cosa posso fare ancora per portare a termine questo progetto così importante?", "Come posso cambiare strategia e avere una chance in più?" 
 
Dolore, situazione sgradevole: "non lo sopporto", "Non resisto". Pensiero riflesso: "non mi piace ma posso conviverci, posso resistere". "Cosa posso fare per resistere?", "Cosa posso fare per sopportare questa situazione?" 
 
Scarsa autostima: "sono un perdente, non piaccio a nessuno". Pensiero riflesso "Se questa volta ho perso non è detto che la prossima non riesca a vincere", "Sarebbe bello piacere a tutti ma non possibile né necessario che piaccia a tutti". "Cosa posso fare per riuscire la prossima volta", "Cosa posso fare per rendermi più piacevole?"
 
Disprezzo per qualcuno: "E' insopportabile". Pensiero riflesso "non mi piacciono alcuni suoi comportamenti ma altri sì". "Cosa posso fare per aiutarlo ad essere più piacevole?" 
 
Mancanza di volontà: "Non mi sento di farlo adesso, ci penserò più tardi". Pensiero riflesso: "Se voglio ottenere i vantaggi che mi procurerà finire quella cosa vado avanti". "Una volta finito me lo sono tolto di mezzo". "Cosa posso fare per rendermi il compito più gradevole?", "Cosa posso fare per togliermi di mezzo questo compito e non trovarmelo da fare più tardi?" 
 
Impulso verso un'abitudine negativa: "Ho bisogno di bere", "Devo fumare". Pensiero riflesso "vorrei bere (fumare), ma posso farne a meno", "Ho voglia di bere (fumare) ma non devo per forza farlo". "Se bevessi (fumassi) potrei sentirmi meglio adesso ma lo rimpiangerei domani.
 
Fallo per tutte le emozioni negative che ti capita di provare.
 
Ogni volta che provi un'emozione negativa prendi il foglio e leggi i pensieri riflessi e le azioni potenzianti e in un attimo trasformerai le negatività in emozioni positive.

  • Predisponi il tuo "specchio magico" 
  • Aggiornalo ogni volta che il tuo stato d'animo volge a "tempesta".
  • Usa lo specchio magico per guarire il malumore e allontanare i pensieri negativi (funziona meglio dei tronchetti di Wanna Marchi e costa solo qualche minuto del tuo tempo :-) )

Ricorda: "Se vuoi cambiare il tuo destino, cambia il tuo atteggiamento." - Amy Tan