I tre livelli di apprendimento

Una delle "scoperte" della programmazione neurolinguistica riguarda il cosiddetto "sistema rappresentazionale".

Il "sistema rappresentazionale" non è nient'altro che la modalità attraverso la quale gli individui interpretano e rappresentano a se stessi, la realtà.

La percezione della realtà è filtrata dai cinque sensi: vista, udito, olfatto, gusto, tatto.

La programmazione neurolinguistica raggruppa i sensi udito, olfatto, tatto in un unico sistema detto cinestesico. Il sistema cinestesico ha a che fare con il movimento, le sensazioni e le emozioni.

Gli altri due sitemi sono il visivo, legato al senso della vista e quindi alle immagini, e l'uditivo, legato al senso dell'udito e quindi al suono.

In genere in ogni individuo prevale uno dei tre sistemi. Il che significa che interpreta la realtà principalmente per immagini, suoni o emozioni. Di conseguenza anche l'apprendimento di ciascun individuo è influenzato dal sistema rappresentazionale prevalente.

I visivi, circa il 65% della popolazione, imparano meglio e più velocemente attraverso rappresentazioni visive dei concetti: icone, grafici, illustrazioni, filmati. Questo spiega l'ampio utilizzo delle slide o delle immagini in genere nelle situazioni in cui occorre comunicare efficacemente e trsmettere dei concetti: riunioni, conferenze, lezioni, pubblicità.

Gli auditivi, circa il 30%, apprendono più facilmente ascoltando: il tono della voce, parabole, aneddoti, metafore, ripetendo a voce alta o mentalmente ciò che devono imparare. Per questo slide e immagini e filmati vengono accompagnati da commenti e musica.

I cinestesici, circa il 5%, imparano associando emozioni, muovendosi, facendo pratica, toccando, interagendo . Per questo presentazioni, seminari, conferenze, lezioni, pubblicità sono spesso (o dovrebbero essere) accompagnati da esercizi pratici, domande, richiese di azione che sollecitano la partecipazione attiva.

Per imparare ad apprendere meglio e più velocemente è utile conoscere quale è il nostro sistema rappresentazionale prevalente per sfruttarlo al meglio quando leggiamo o assistiamo a conferenze, seminari, lezioni. Apriamo il nostro canale privilegiato e assimiliamo attraverso le modalità che ci sono più congeniali.

Verifica quale è il tuo sistema rappresentazionale prevalente!

Questo test è tratto dalla terza lezione del corso gratuito "The 62 Essential Thruths about Improving Your Life" di David Riklan
http://www.selfgrowth.com/gwlesson3.html

1/6. In generale, per rilassarmi preferisco
Ascoltare la radio o della musica Fare sport o andare in palestra Vedere un film al cinema o alla TV
2/6. Riesco a risolvere meglio i problemi se  Sperimento, metto in pratica possibili soluzioni    

Parlo delle possibili soluzioni, ragiono a voce alta o nella mia testa sulle possibili soluzioni Scrivo o disegno le soluzioni possibili, utilizzo schemi, diagrammi.
3/6. Per imparare nuovi concetti preferisco Farmeli raccontare da qualcuno

Leggerli su un documento, un libro, meglio se ricco di immagini e grafici Partecipare a seminari, lavori di gruppo, metterli in pratica

4/6. Delle persone ricordo più facilmente

Le emozioni e le esperienze vissute insieme a loro

Le cose che ci siamo detti, i loro nomi

Le espressioni, i volti, l'aspetto e l'abbigliamento

5/6. Quando devi concentrarti sei più disturbato da

Il disordine

Il rumore 

Il movimento di persone o cose

6/6. Per ricordare una parola difficile 

La scrivi e l'associ a un'emozione

La ripeti più volte

La scrivi e la guardi con attenzione